Lista case editrici free

Siete alla ricerca di un editore per il vostro manoscritto? In questa lista potete trovare le case editrici cosiddette “free”, ovvero che non chiedono contributi per pubblicare la vostra opera. Ovviamente la selezione che dovrete fare per trovare il giusto partner (perché autore ed editore devono lavorare insieme, non dimentichiamolo) non finisce qui. É importante pubblicare con un editore che sia in grado di fare a proprie spese un buon editing (molte case editrici non lo fanno e/o propongono editor a spese dell’autore) e che garantisca un’efficace promozione del libro. Un consiglio: non scendete a compromessi, piuttosto scegliete la via del self-publishing.

 libri

A

B

C

D

E

F

G

H

I

K

L

M

N

P

R

S

T

U

V

W

Z

 

Annunci

19 pensieri su “Lista case editrici free

  1. Grazie per la lista.
    Io, purtroppo, ho avuto la scellerata idea di pubblicare con un editore free, ma che fa zero editor, zero pubblicità e, per le presentazioni, mi ha imposto l’acquisto di 200 copie del mio libro…

    Liked by 1 persona

    • Purtroppo poche case editrici (free e non) si fanno carico dell’editing perché è un lavoro lungo e costoso. Per la promozione del libro le cose vanno anche peggio ma, dalle testimonianze che ho raccolto parlando anche con i librai, anche le grandi CE non fanno promozione se non sei già qualcuno (basta affondare una nave o andare al grande fratello). Per presentazioni e firmacopie ti conviene acquistarti un po’ di copie ma devono farti un sostanzioso sconto.

      Liked by 1 persona

      • Sull’editing potrei anche sorvolare (credo di saper scrivere in italiano corretto), ma non sulla pubblicità: io sono uno scrittore, quindi voglio pensare solo a scrivere.

        Mi piace

  2. Grazie per la lista Luca, contattarle è facile il problema è ricevere risposte…. C’è solo da chiarire cosa intendiamo per free.. Chiedere l’acquisto di un minimo di copie è nei fatti editare a pagamento, così come quando ti chiedono di pagarti la pubblicazione (già capitato). In definitiva sono d’accordo con quanto tu affermi alla fine del post: nel caso di dubbi, editate in self…..

    Mi piace

  3. Certo, chiedere un acquisto minimo di copie è una forma di editoria a pagamento. Alcune case pretendono addirittura il prezzo pieno di copertina. Un editore invece mi propose un grosso sconto ma ero comunque obbligato a comprare delle copie altrimenti non mi pubblicava. Cestinato ovviamente. I tranelli sono moltissimi: una CE proponeva uno sconto del 50% ma prezzava il libro a 22 euro (!), il che significa che lo scrittore lo avrebbe pagato 11 euro.
    Per editoria free si intende una CE disposta a pubblicare il nostro manoscritto senza condizioni e interamente a sue spese. Secondo le indagini fatte e le testimonianze raccolte, quelle della lista sono tutte free. Purtroppo molte tra queste case editrici “oneste” non fanno editing né promozione.
    Colgo l’occasione per precisare che se qualcuno dovesse ricevere da una di queste proposte di editoria a pagamento me lo segnali che le tolgo dalla lista.

    Mi piace

    • Credetemi: tra l’elenco di case editrici CE postato in alto, molte CE disposte a pubblicare il nostro manoscritto senza condizioni e interamente a sue spese sono false. L’80% vi chiederà, sotto qualche forma, di collaborare alle spese di stampa. Altro che case editrici CE! In Italia si contano sulle dita delle mani. Il self publishing è una soluzione: sei tu a stabilire quanto vuoi spendere, tra l’altro ci sono piattaforme che ti distribuiscono il volume in quasi tutti gli store on line; tanto la pubblicità, la distribuzione, l’editing, la realizzazione della copertina, quando vengono proposte, sono sempre a pagamento. Se dobbiamo “affogare”, noi poeti e scrittori non legati alle lobby o a fatti sensazionali, credo sia più giusto “affogare” con le proprie mani.

      Mi piace

      • La ringrazio per la segnalazione ma devo chiederle di usare toni meno aggressivi e più cordiali se vuole che i suoi commenti vengano approvati. Lei ha esperienze dirette con questa casa editrice per sostenere che chiede contributi? Lo staff in ogni caso provvederà a fare un ulteriore controllo.

        Mi piace

  4. Effettivamente anche io ho notato un tono astioso nell’intervento di Giorgio. Forse è solo l’impressione data dall’uso di quei punti esclamativi…
    Secondo me lo staff ha fatto un lavoro egregio nel cercare di selezionare le case editrici che non chiedono soldi, poi ci sta che qualcuna sarà da “correggere”.

    Mi piace

  5. Ho pubblicato con la Booksprint previo acquisto di copie 100-buona pubblicità ma nessuna vendita-adesso gli altri scritti li tengo nel cassetto in attesa di capirci un pò di più-qualcuno mi aiuti altrimenti faranno la muffa-ciao e grazie-Francesco

    Mi piace

    • ciao Francesco, il consiglio che mi sento di darti è quello di non accettare mai di pubblicare con case editrici che ti propongono come condizione l’acquisto di n copie. Muoviti su due fronti:
      a) invia i manoscritti a CE free e rassegnati ad aspettare molti mesi una risposta che molto spesso arriverà solo se positiva;
      b) scegli un manoscritto (che non invierai agli editori) e segui la via del self-publishing: ci sono diverse piattaforme che ti permettono di pubblicare sia ebook che cartaceo e te lo vendono in tutta Italia e anche nel mondo. Oppure, piuttosto che rivolgerti a un editore a pagamento, impagina il tuo manoscritto (lo puoi fare anche con word), fatti una copertina (la puoi fare con un programma di editing di immagini anche free) e rivolgiti a un tipografo. Con quello che ti chiede un editore per 100 copie, un tipografo te ne stampa 3-400. Ciò ti permetterà di farti le ossa, di cominciare a proporti nelle librerie, partecipare a manifestazioni, organizzare qualche presentazione, ecc.
      Se per “altri scritti” intendi i libri che hai già pubblicato e pagato, per venderli ti consiglio di proporli alle librerie, fare firmacopie, presentazioni e partecipare a fiere e mercati. 100 copie le vendi in fretta.

      Mi piace

  6. Noto che Giorgio Moio che il 5 marzo sosteneva che l’80% delle case elencate non fossero free, poi di nomi ne ha fatto solo uno… Come detesto la gente che parla solo perché ha la lingua in bocca (in questo caso una tastiera…) e muove accuse senza portare prove

    Mi piace

    • Sicuramente Badiglione editore (collana Le stille), per il resto non saprei ma nei vari siti sono specificati i generi che prendono in considerazione. Un giro sulle varie home page è comunque consigliabile perché ogni CE prevede diverse modalità con cui ricevere i manoscritti. Tieni presente che, se già in Italia si legge poco e il romanzo di un autore emergente è poco appetibile, ancora più drammatico è il mercato per la poesia.

      Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...