Al sole dell’Elba Book Festival 2017

Elba Book è il festival dell’editoria indipendente che ha raggiunto la sua terza edizione e si terrà a sull’Isola d’Elba dal 18 al 21 luglio prossimi. Quest’anno il tema della kermesse sarà il rapporto tra l’immagine e la scrittura.

isola d'elba

Saranno quattro giorni di incontri, tavole rotonde, concerti e presentazioni  con l’obiettivo di dare visibilità alle piccole realtà editoriali e progettare strategie per la valorizzazione delle case editrici piccole e medie, della bibliodiversità e per promuovere la tutela del lavoro.

Il festival si svolgerà nella meravigliosa cornice dell’isola toscana in estate. Il comune di Rio nell’Elba mette a disposizione le proprie strutture ricettive a prezzi di bassa stagione e ambienti suggestivi dove collocare i bookshop e organizzare presentazioni ed eventi. Per il secondo anno, sarà possibile aprire la manifestazione a venti case editrici indipendenti.

La manifestazione sarà patrocinata da Regione Toscana, Comune di Rio nell’Elba, Comune di Ferrara, Parco Nazionale dell’Arcipelago Toscano, Fondazione Symbola, Università per Stranieri di Siena e Visit Ferrara.

Le recensioni veraci di Gianluigi Repetto (9)

Nuovo appuntamento con lo scrittore e autore teatrale Gianluigi Repetto che ci regala una delle sue recensioni veraci.

 gli-occhi-neri-di-susan

 GLI OCCHI NERI DI SUSAN

di  Julia Heaberlin

pagine: 320

Editore: Newton Compton

Tanta strada per? Era da molto tempo che non facevo mattina leggendo un libro e con questo mi è successo, volevo vedere assolutamente come andava a finire. È arrivato a una deludente conclusione.

L’autrice è bravissima a tenere col fiato sospeso, lasciando a metà delle rivelazioni, giocando con i rimandi, tratteggiando abbozzi di situazioni e personaggi che obbligano il lettore a ricercare una spiegazione. Per i miei gusti è un gioco che si protrae troppo, alla fine mi sono stancato soprattutto per il finale abbastanza deludente perché calato quasi dal nulla e comunque riesce ad essere scontato. Ci sono anche un po’ troppe parentesi aperte e malamente (soc)chiuse. Come lettore mi sono sentito come il cane menato per l’aia. Mi rimane un grosso interrogativo: ma cosa diavolo è mai successo alle Susan e a Tessa?

 Ottimo per gli estimatori del thriller psicologico e per chi si accontenta.

Voto: 6-/10

Don Winslow

Don Winslow, classe 1953, è considerato come uno degli autori più rappresentativi del poliziesco americano contemporaneo. Nato a New York, cresce a Perryville, una città turistica affacciata sull’Atlantico, nel Rhode Island, divorando romanzi e ascoltando le mille avventure raccontate dal padre marinaio e dai suoi amici. La madre bibliotecaria e l’ambiente in cui trascorre la sua infanzia saranno fondamentali per instillare nel giovane il sogno di diventare un grande narratore.

don-winslow-500x281

Scrittore e regista teatrale e televisivo, vive ora a San Diego, California, dove ha ambientato molti suoi romanzi. Nella sua carriera lavorativa ha fatto anche il direttore di una sala cinematografica, l’investigatore privato e il consulente per assicurazioni e studi legali.

Il suo romanzo d’esordio è stato London Underground (1991), seguito China Girl (1992), entrambi editi in Italia da Einaudi solo nel 2016. I successivi tre romanzi non riscuoteranno grande successo e non verranno pubblicati in Italia. Nel 2005 pubblica quello che, a mio avviso, è il suo romanzo migliore, Il potere del cane, il cui protagonista, Art Keller, troverà una seconda avventura ne Il cartello (2015). Tra gli altri suoi romanzi meritano di essere citati L’inverno di Frankie Machine (2006), i cui diritti sono stati acquistati da Robert De Niro per farne un film, Morte e vita di Bobby Z (2007), dal quale è stato tratto l’omonimo film diretto da John Herzfeld,  La pattuglia dell’alba (2008), L’ora dei gentiluomini (2009) e  Le belve (2010).

Da notare come la casa editrice italiana, solo dopo che questo autore aveva conquistato pubblico e fama, è andata a ripescare i suoi primi romanzi, all’epoca allegramente snobbati. Non meravigliamoci, perciò, se la grande editoria italiana non investe sugli scrittori emergenti: essa guarda solo al profitto e, quando un autore riscuote un certo successo, allora pubblica tutto ciò che da questi è stato scritto perché “tanto si vende da solo…”

Trentino Book Festival

A Caldonazzo (TN), da domani fino al 18 giugno si terrà la settima edizione del Trentino Book Festival. L’associazione di promozione sociale Balene di Montagna la definisce una vera e propria festa delle storie e della letteratura. È un evento che racchiude appuntamenti musicali, rappresentazioni teatrali e incontri letterari.

trentinobookfestival

Venerdì alle 16.30 l’inaugurazione ufficiale sarà fatta in piazza Municipio con la tappa del concorso “Un libro, una città” legato alle iniziative del Comune di Trento in ambito culturale. I lettori dovranno scegliere fra quattro libri in concorso:

  • “Il nome della rosa” di Umberto Eco
  • “Le città invisibili” di Italo Calvino
  • “Il sergente nella neve” di Mario Rigoni Stern
  • “La storia” di Elsa Morante.

L’edizione di quest’anno il cui titolo sarà  “Nei dintorni della verità. Cosa rimane di oggettivo in un’epoca di bufale, dicerie e disinformazione” avrà come tema  post verità e fake news.

Partecipano al festival nomi noti come Dacia Maraini (autrice di romanzi tradotti in tutto il mondo), Ferruccio De Bortoli (dal 2015 presidente della casa editrice Longanesi), Antonello Dose (Il Ruggito del Coniglio) e tanti altri.

In contemporanea si terrà anche TBF Junior con spettacoli teatrali, letture animate e moltissime sorprese per i piccoli lettori.

Info dettagliate su www.trentinobookfestival.it.

Il libro del mese: Il momento di uccidere

Questo mese porto all’attenzione dei miei lettori il primo romanzo di uno degli scrittori più bravi e famosi del mondo che tocca un argomento assai delicato e sempre attuale e dal quale, nel 1996, è stato tratto l’omonimo film diretto da Joel Schumacher e interpretato da attori del calibro di Samuel Lee Jackson, Sandra Bullock, Kevin Spacey e Matthew McConaughey.

Il mom di uccidere

IL MOMENTO DI UCCIDERE

Titolo originale: A Time To Kill (1989)

di: John Grisham

Il protagonista, Carl Lee Hailey, è un afroamericano eroe della guerra del Vietnam a cui due bianchi violentano la figlia dopo averla picchiata selvaggiamente. Lui li uccide, in preda a una furia selvaggia, davanti a numerosi testimoni. Si tratta di omicidio o di una doverosa esecuzione? Vendetta o giustizia? Il caso infiamma l’opinione pubblica e per dieci lunghi giorni, in un tribunale del Mississippi bianco e razzista, si discuterà della colpevolezza di un uomo senza mai riuscire a ignorare il colore della sua pelle.

John Grisham porta alla luce, con una maestria di cui solo lui è capace, l’inestricabile groviglio di bene e di male che è in ognuno di noi, portando sul banco degli imputati la legge stessa che troppo spesso non assicura le giuste pene e non protegge i suoi cittadini, permettendo a ladri e assassini di farla franca, di cavarsela con poco o addirittura di essere risarciti dopo aver violato la casa e la libertà altrui.

 

 

Cottbus: la biblioteca del futuro

La Biblioteca in cui vi porto oggi si trova a Cottbus, una cittadina di centomila abitanti dell’ex Germania comunista, ai confini con la Polonia, ed è stata disegnata dallo studio di architetti svizzero Herzog & de Meuron per il Politecnico di Brandeburgo, fondato nel 1991 dopo la riunificazione della Germania.

biblioteca Cottbus

I colori scelti per le sale di lettura, per favorire un’atmosfera di quiete e concentrazione, sono il grigio e il bianco. I temi architettonici sono lo spazio, la luce, il campo visivo. Le aree interne adibite al deposito dei libri e degli altri media sono colorate secondo uno spettro di colori che ritroviamo sotto forma di strisce sui pavimenti, sui supporti e sulle pareti seguendo il sistema ortogonale, facilitando così l’orientamento ma senza stabilire un codice secondo i campi di studio. I colori si riflettono nei soffitti e negli scaffali metallici dando effetti molto particolari. Al centro, una scala a chiocciola colorata in rosso magenta e verde brillanti, unisce i diversi livelli. Le pareti esterne dell’edificio, alto sette piani e immerso nel verde, sono rivestite in vetro smerigliato e in rilievo con impressi i testi di lingue e alfabeti di tutto il mondo, sovrapposti in così tanti strati da non risultare più singolarmente leggibili. Il disegno stampato rompe il riflesso, eliminando la durezza del vetro e rendendo omogeneo il corpo dell’edificio. Grazie alle sue avanzate dotazioni tecnologiche la Biblioteca di Cottbus è oggi considerata una delle biblioteca più high-tech del mondo.

Così è (se vi pare) – La regia di Giorgio De Lullo

Il volume che presentiamo oggi è un saggio di drammaturgia che offre un’interessante panoramica sulla famosa opera teatrale di Pirandello.

COSI’ E’ (SE VI PARE) – La regia di Giorgio De Lullo

Così è se vi pare_front

di Patrizia Gallina

Editore: ECIG

Genere: Saggistica

formato: cartaceo

Prezzo: 12,00 euro

Codice ISBN: 9788875443252

Una delle più brillanti scrittrici italiane del teatro ci offre con grande chiarezza una panoramica completa sul “Così è (se vi pare)” di Pirandello, descrivendo l’elaborazione di due grandi registi teatrali, come Giorgio De Lullo e Massimo Castri e dei maggiori protagonisti del teatro italiano, da Franco Zeffirelli, Rina Morelli, Valeria Moriconi, Vittorio Gassman e molti altri. “Così è (se vi pare)” ha rivoluzionato il mondo del teatro e ha offerto molto più di uno spunto alla letteratura teatrale contemporanea. In essa sono contenuti, come in un microcosmo straordinariamente complesso, i paradossi e le contraddizioni della nostra modernità, attraverso un meccanismo scenico inflessibile e spietato, che diventa metafora esistenziale.

Patrizia Gallina è nata a Genova dove è conosciuta e apprezzata come scrittrice, attrice, modella e cantante. Nel 2011 consegue la laurea triennale in conservazione dei beni culturali e nel 2103 si laurea nella magistrale in storia dell’arte e valorizzazione del patrimonio artistico presso l’Università degli Studi di Genova. Nel febbraio 2014 viene pubblicato il suo primo libro: Natura ed Arte: 1891-1895. Rubrica “L’arte e la moda” di  Mara Antelling. Illustrazioni e contenuti. Il libro ottiene un buon successo di pubblico e critica. È lei in prima persona che si occupa della promozione del libro percorrendo tutta l’Italia e instaurando bellissimi rapporti con i “suoi librai”, come li definisce affettuosamente, e che ancora oggi continuano ad ospitarla per le presentazioni dei suoi libri. L’amore per l’arte, la moda e il teatro la porta a scrivere il suo secondo libro presentato oggi in questo blog.