Le recensioni veraci di Gianluigi Repetto (8)

Quest’oggi lo scrittore Gianluigi Repetto recensisce per noi un romanzo che, secondo l’autore, ha richiesto tre anni di lavoro.

il simbolo perduto

IL SIMBOLO PERDUTO

Titolo originale: The Lost Symbol (2009)

Di Dan Brown

Editore: Mondadori

 pagine: 604

Un cattivo veramente stupido. Questo libro sancisce definitivamente il mio distacco da Dan Brown (anche se credo che a lui non interesserà molto). Il codice da Vinci mi era piaciuto. Angeli e demoni un po’ meno. Inferno molto poco. Il simbolo perduto, per me, è una vera perdita di tempo. Il personaggio peggiore è il cattivo di turno di cui è assolutamente incomprensibile la capacità di architettare un piano d’azione degno di Montecristo. Un perfetto idiota che finisce da vero stupido nel frattempo creando mille inutili complicazioni.

Il finale del libro è infinito. Per le ultime duecento pagine circa si aspetta l’epilogo che viene sempre rimandato creando una sorta di asfissia nel lettore che raggiunge la fine come un’autentica liberazione. E delusione.

L’unica nota positiva è il riferimento alla noetica. Come fa sempre Brown nei suoi romanzi,  presenta come una novità assoluta studi, ricerche e nuove scienze che, tra l’altro, modella in base ai suoi bisogni letterari. Leggere questo libro, per me, è una perdita di tempo.

Voto 4/10

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...