Il coraggio di promuovere la cultura

In un’epoca consacrata al mito della globalizzazione, nella quale la grande editoria decide a priori chi e che cosa deve diventare un bestseller, pompando spesso oscenità impubblicabili in nome del profitto sicuro a discapito di tanti talenti che non hanno possibilità alcuna di emergere, è con estremo piacere che ho scoperto, ad Arquata Scrivia, un piccolo comune alessandrino ai confini con la Liguria, una realtà che sta andando contro tendenza.

Niccolò La Torre, 27 anni, nato a Tortona e cresciuto ad Arquata, laureato in Storia Contemporanea, dopo diverse esperienze lavorative, con grande coraggio l’anno scorso ha rilevato una vecchia cartoleria e, pur mantenendo la parte dedicata alla scuola, ha deciso di scommettere sulle arti e sulla cultura. Il suo negozio, battezzato “Cartolibreria La Piazzetta”, è ora diventato un punto di riferimento per chi vuole disegnare o dipingere e per chi ama leggere. Quando ho visitato per la prima volta questa accogliente libreria mi ha colpito, più che la quantità di volumi, la loro qualità. Il mio sguardo vagava piacevolmente tra nomi quali Carlos Ruiz Zafón, Ken Follett, Bill Bryson, Luis Sepúlveda, Oriana Fallaci, Giorgio Bocca e Wu Ming ma soprattutto sono stato felice di non vedere libri della Littizzetto, di Bruno Vespa, Schettino o Fabio Volo. E quando Niccolò mi ha chiesto cosa stessi cercando e abbiamo cominciato a parlare di libri, ho capito che avevo appena conosciuto un libraio d’altri tempi. Competente, solare, istintivo nel dire sì, restìo nel dire no, sembrava essere uscito da un romanzo di Zafón o forse da una irriverente macchina del tempo, decisa a mettere il bastone tra le ruote alla grande editoria. Non troverete piramidi di libri di Vespa o dell’ultima presunta rivelazione letteraria costruita a tavolino o campione di vendite online negli USA, in compenso avrete la possibilità di conoscere molti autori esordienti o emergenti, locali e non, molti dei quali di assoluto valore. Inoltre, grazie all’ospitalità e all’entusiasmo di questo giovane libraio, ha preso vita anche “Symposion”, un gruppo di lettura libero e gratuito che si riunisce periodicamente nei locali della libreria.

La Piazzetta (2)

(in foto: Niccolò La Torre)

Carlo, il padre di Niccolò, ex ferroviere in pensione e attualmente volontario presso la Croce Verde Arquatese, mi rivela che leggevano al figliolo, fin dalla più tenera età, racconti e libri. Forse il trucco è tutto qui: avvicinare i più piccoli alla lettura distogliendoli dalla televisione, ormai quasi priva di contenuti, e dagli smartphone, utilizzati per tutto meno che per telefonare, i quali ci rendono inebetiti schiavi per buona soddisfazione di chi ci governa, mentre le buone letture ci offrono gli strumenti per diventare esseri liberi e pensanti.

La Piazzetta (4)

Annunci

4 pensieri su “Il coraggio di promuovere la cultura

  1. Buonasera, ho avuto il piacere di conoscerti questa mattina (Acqui Terme, ricordi?) Fai bene a parlare di librerie di questo tipo. Nella mia cittadina esiste una realtà simile, una libreria, la Cibrario Libreria Illustrata (ma non solo), che ha scelto la qualità come mission. Una realtà differente per scelta e ormai consolidata, nonché sede dei miei Laboratori di Scrittura Creativa :-). Un saluto, a presto..

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...