Intervista allo scrittore Gianluigi Repetto

Oggi il nostro salotto virtuale ha due ospiti: lo scrittore Gianluigi Repetto intervistato da Francesca Rangone di cui segnaliamo il blog Amo casa mia.

repetto1

d.)Ricordi l’incipit del tuo ultimo lavoro? Come hai fatto a crearlo?

r.) Certo! Era una notte lunga e tempestosa … a parte gli scherzi me lo ricordo, non so bene come l’ho ideato, forse per catturare l’attenzione con un particolare ambiguo. L’ho scritto di getto anche se dopo ci ho pensato più volte.

d.) I tuoi personaggi come nascono?

r.) Dopo aver tracciato la storia i personaggi vengono di conseguenza, a volte li modifico per ragioni varie. Ce ne sono alcuni che sono persone reali, i più marginali, che in qualche modo mi hanno colpito: sono delle piccole citazioni personali.

d.) Quale tecnica utilizzi per delineare i tuoi personaggi?

r.) Piccoli indizi lungo la narrazione e, soprattutto, le reazioni degli stessi agli avvenimenti.

d.) Riassumi in poche righe il senso dei tuoi libri.

r.) Non si può riassumere nulla in poche righe. Sarebbe come descrivere la realtà o la verità in una sola frase.

d.) Perché credi si debbano leggere i tuoi libri?

r.) Penso che si debba leggere per una sorta di catarsi, per avere un rimando scritto della considerazione della nostra vita. Penso che si debba leggere il mio libro per la stessa ragione.

d.) Da dove nasce la passione per la scrittura?

r.) Ho cominciato perché avevo bisogno di testi teatrali per la mia compagnia e mi sono reso conto che scrivere mi piaceva e ho continuato.

d.)Ti piacerebbe che dal tuo libro ne fosse tratto un film?

r.) Sicuramente sì, anche un spettacolo teatrale.

d.) Hai nuovi progetti? Stai scrivendo un nuovo romanzo? Puoi anticiparmi qualcosa?

r.) Risposte in successione: sì, sì, no se non che si tratterà, probabilmente, di un thriller.

Ringrazio Gianluigi Repetto per la sua disponibilità e gli faccio un ‘in bocca al lupo’ per il suo futuro da scrittore.

Intervista di: Francesca Rangone  Francesca  

Gianluigi Repetto è nato ad Alessandria e vive attualmente a Parodi Ligure. Infermiere laureato, lavora da circa venti anni nelle cure domiciliari. Appassionato di spettacolo, scrive sceneggiature per “cene con delitto” ed è autore di commedie e teatro per bambini. Il suo primo romanzo, “Una maratona lunga un chilometro” (Punto a capo Editore), vince una menzione di merito al Concorso Nazionale di poesia e letteratura “Il Litorale”. A settembre è uscita “Tre racconti e una leggenda”, una raccolta scritta con Luca Cozzi. Sempre nel mese di settembre è uscita la sua ultima fatica con Edizioni Epoké dal titolo Bruno e le fate del Natale.

Annunci

Un pensiero su “Intervista allo scrittore Gianluigi Repetto

  1. Pingback: Ciao vecchio… | Luca Cozzi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...