Oriana Fallaci

fallaci-bord

Oggi è il decimo anniversario della morte di Oriana Fallaci. Nata il 29 giugno del 1929 a Firenze, è morta il 15 settembre del 2006 sempre nel capoluogo toscano. Da giovanissima, seguendo l’esempio del padre Edoardo, partecipò attivamente alla lotta di  Resistenza italiana contro il nazifascismo ricevendo nel 1943, a soli quattordici anni, un riconoscimento di merito dall’Esercito Italiano.

Nel 1954 si trasferisce a Roma dove viene assunta da Arrigo Benedetti, allora direttore della rivista Europeo. Il 2 ottobre 1968, poco prima delle Olimpiadi di Città del Messico, Oriana Fallaci venne ferita da una raffica di mitra durante i drammatici scontri che avvennero nella capitale messicana tra studenti e militari e che sfociarono in una vera e propria strage ancora oggi ricordata come il massacro di Tlatelolco.

Fu la prima giornalista italiana ad  essere inviata in zona di guerra. Donna coraggiosa, schietta e incurante del politically correct, prese posizione duramente contro l’Islam e alcune sue dichiarazioni fecero molto discutere.

Nel 2005 viene insignita della Medaglia d’oro ai benemeriti della scuola della cultura e dell’arte e dell’Ambrogino d’oro, il più prestigioso riconoscimento della città meneghina. Nel 2010 la Fondazione Italia USA le attribuisce il Premio America alla memoria.

Dei suoi romanzi, di cui ha venduto oltre venti milioni di copie in tutto il mondo, ricordiamo Il sesso inutile (1961), tratto da un reportage realizzato sulle condizioni della donna in Oriente, Se il sole muore (1965), racconto dell’esperienza vissuta da Oriana accanto agli astronauti della NASA, Niente e così sia (1969), Lettera a un bambino mai nato (1975) che divenne un best-seller in tutto il mondo, Un uomo (1979) dedicato al suo compagno Alekos Panagulis, protagonista della lotta greca contro il regime dei colonnelli e venduto in oltre tre milioni di copie, Insciallah (1990), La rabbia e l’orgoglio (2001).

Annunci

Un pensiero su “Oriana Fallaci

  1. Pingback: Il coraggio di promuovere la cultura | Luca Cozzi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...