L’AIE boccia Torino

libri e soldi

Continua il braccio di ferro per togliere il Salone del Libro a Torino. Come ha dichiarato  il presidente Federico Motta, il consiglio generale dell’Associazione Italiana degli Editori, tenutosi mercoledì scorso, ha deciso di abbandonare il Lingotto, annunciando la costituzione, insieme con la fiera di Rho, di una nuova società che si occuperà non solo dell’organizzazione della manifestazione di Milano a maggio ma anche di “Più libri più liberi” a Roma e, infine, di una manifestazione itinerante al sud. I voti a favore di Milano sono stati 17 su 32, con 8 astenuti e solo 7 voti a favore di Torino.

Nonostante il pressing dei ministeri, gli editori dicono dunque addio alla Fondazione per il Libro torinese, mentre il sindaco Chiara Appendino e il presidente della Regione Piemonte Sergio Chiamparino assicurano che la trentesima edizione della kermesse in programma a maggio 2017 si terrà regolarmente nella capitale sabauda.

Ai più appare chiaro come questa decisione, che ha segnato una profonda frattura all’interno dell’AIE, sia stata condizionata dagli enormi interessi economici in ballo. Speriamo che la cultura non diventi ancora una volta la vittima sacrificale.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...