Intervista alla scrittrice Cristina Origone

Origone1

Oggi abbiamo ospite, nel nostro salottino virtuale, Cristina Origone, una scrittrice genovese che si sta affermando con autorevolezza e merito nel panorama letterario italiano.

d.) Cristina, tu hai pubblicato sia con case editrici che in self publishing: in quale contesto ti sei trovata meglio?

r.) Mi sono trovata bene in entrambi i modi (a parte un’esperienza poco piacevole con un piccolo editore), perché ho sempre pubblicato i miei romanzi con un editore serio, che è Delos Books. Sicuramente, per chi è capitato nelle mani di editori poco seri e a pagamento, penso sarebbe stato molto meglio pubblicare in self.

 d.) È vero che con un editore alle spalle si vende di più?

r.) No, non è detto. Per quanto riguarda le vendite, non cambia molto pubblicare un libro con un piccolo editore o auto pubblicare.

 d.) In base alla tua esperienza, che consigli ti senti di dare ad uno scrittore esordiente?

r.) Leggere, leggere e leggere. Seguire qualche corso di scrittura e trovare persone che leggano i libri prima di inviarli a un editore (o di auto pubblicare) per avere impressioni e consigli.

 d.) Per un autore esordiente, che ruolo possono giocare i social nella promozione del proprio libro e della propria immagine?

r.) Sono importanti. Iscriversi ai gruppi, cercare di farsi conoscere in rete è un’ottima pubblicità.

d.) In Italia si legge davvero poco. Cosa bisognerebbe fare secondo te per incentivare le persone a leggere di più?

r.)Per invogliare una persona adulta che non ha mai letto un libro in vita sua, ci vorrebbe un miracolo, ma magari invogliare a scuola i bambini e i ragazzi a leggere dei libri che trattano argomenti più attuali, potrebbe creare interesse per la lettura.

d.) Parlaci di “Alice a testa in giù”, il tuo romanzo pubblicato il mese scorso ma che, in realtà, hai scritto alcuni anni or sono.

r.) “Alice a testa in giùè stato scritto 10 anni fa ed è un romanzo in cui sono raccontate due storie che camminano parallele e che a un certo punto si incontrano. Le due protagoniste, Alice e Mia, sono due ragazze diverse, non si conoscono, e l’unica cosa che hanno in comune è una pistola. Alice vuole allontanarsi dal suo quartiere, nella periferia di Genova (inventato da me, prendendo spunto da alcuni quartieri popolari genovesi), dove criminalità e illegalità sono all’ordine del giorno, mentre Mia, proveniente da un piccolo borgo della Brianza, a causa di una violenza rimane incinta e vuole fuggire da una situazione di oppressione.

Alice simboleggia una situazione giovanile alquanto realistica, dove si lotta per una vita migliore, e ha dei comportamenti a volte adolescenziali, mentre Mia è un’adolescente che desidera essere adulta, autonoma e responsabile. All’inizio sembra essere l’esatto contrario di Alice, invece, si scoprirà che entrambe le ragazze hanno tratti in comune, dati non solo da una pistola, ma anche da una situazione di sofferenza da cui vogliono fuggire.

d.) In “Tutto brucia tranne te” la vicenda è vista sotto i due diversi punti di vista dei protagonisti, “Tienimi – Come tenersi un uomo/una donna per più di 6 mesi” è diviso in due parti speculari e “Alice a testa in giù” ha come protagoniste due ragazze. La doppia chiave di lettura è un tema ricorrente…

r.) Sì, è vero, mi piace scrivere storie doppie e per quanto riguarda Tienimi, eravamo in due a scrivere perché è stato scritto con un’altra autrice, Gabriella Saracco. Da questo romanzo, a breve, verranno pubblicati due ebook da Delos Digital.

d.) “Tutto brucia tranne te” verrà tradotto in spagnolo…

r.) Sì, se tutto va bene, dovrebbe essere pronto ad agosto e il prossimo anno verrà tradotto anche in inglese.

 d.) Da quale dei tuoi romanzi ti piacerebbe venisse tratto un film?

r.) Da tutti! Si deve sognare in grande!

d.) Quali attori immagini per interpretare i personaggi principali?

r.) Non ci ho mai pensato, sono sincera, però, per Alberto (il protagonista di “Tutto brucia tranne te“) c’è un attore genovese che potrebbe benissimo interpretare quel ruolo ed è Alberto Bergamini. Lui è un caro amico, mi ha permesso di utilizzare alcune sue foto per promuovere il mio romanzo su facebook.

d.) Hai già un altro romanzo nel cassetto?

r.) Sì, ne ho altri. Uno sta partecipando al torneo letterario IO Scrittore.

d.) Perché, pur continuando a scrivere, sei stata diversi anni senza pubblicare?

r.)  Perché  avevo avuto un’esperienza spiacevole con un piccolo editore e non avevo più entusiasmo. Non avevo più voglia di pubblicare e ho fatto altre cose sempre legate alla scrittura. Ho anche firmato un contratto con un agente letterario qualche anno fa ma non era la strada giusta per me o non era il momento giusto. A volte, bisogna fermarsi e aspettare. Ed è quello che ho fatto. Mi sono fermata e ho aspettato di essere pronta per ricominciare da zero.

 d.) Stai collaborando, con Matteo Monforte, alla pagina Facebook “Scrittori autonomi indipendenti – SAI”: ce ne vuoi parlare?

r.) Sì, è un’idea che ha avuto Matteo. La pagina SAI vuole riunire tutti quegli scrittori che, per motivi diversi, scelgono di auto pubblicarsi.

 

Cristina Origone è nata e vive a Genova. Ha pubblicato due saggi semi-seri con la casa editrice Delos Books, il thriller Avrò i tuoi occhi (2008) con Fratelli Frilli Editori. Suoi racconti sono presenti su diverse riviste e antologie. Ha collaborato con la rivista Fiction TV di Nuov@ Periodici e con il quotidiano on line quigenova.com.

Nel 2010 ha vinto la XXI edizione del premio Writers Magazine Italia con il racconto La quarta sorella.

A marzo 2016 ha pubblicato il racconto In fuga nell’antologia Nuovi Delitti di Lago (Morellini Editore), a cura di Ambretta Sampietro. Quest’anno ha già pubblicato due romanzi: a gennaio Tutto brucia tranne te e ad aprile Alice a testa in giù (Delos Digital).

 

 

 

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...