Stile British: Ken Follett

Follett2.jpg

Recentemente ospite della manifestazione La storia in piazza, tenutasi nella splendida cornice di Palazzo Ducale, a Genova, per raccontare “Come si scrive un bestseller“, Kenneth Martin Follett è uno scrittore gallese, nato a Cardiff, il 5 giugno 1949. Personaggio sobrio e disponibile, ha raccontato con grande umiltà il suo ruolo di scrittore di bestsellers che a oggi vanta oltre 150 milioni di copie vendute nel mondo. Ma vediamo di approfondire la storia di questo grandissimo autore contemporaneo.

I suoi genitori, Martin e Veenie, molto religiosi e severi, non concedevano ai loro tre figli distrazioni come guardare la televisione, andare al cinema o ascoltare la radio. Fu così che il giovane Ken si dedicò alla lettura e la vicina biblioteca pubblica divenne ben presto il suo posto preferito.

“Non avevo tanti libri miei e sono sempre stato grato alla biblioteca pubblica. Senza i libri gratis non sarei diventato un lettore accanito, e se uno non è lettore non può essere scrittore.”

Dopo aver terminato l’università, frequentò un corso di specializzazione in giornalismo: il suo sogno era diventare un grande cronista investigativo. Lavorò come cronista per il South Wales Echo di Cardiff e per l’Evening News di Londra ma non riuscì ad avere il successo che si era prefissato. Nel tempo libero cominciò a scrivere romanzi e, nel 1974, lasciò i giornali e cominciò a lavorare per una piccola casa editrice. I suoi primi lavori non ebbero successo ma il suo agente letterario, lo statunitense Al Zuckerman, lo incoraggiò a continuare fino a quando venne alla luce La cruna dell’ago: il romanzo che lanciò Ken Follett come scrittore di best-sellers. Il libro, pubblicato nel 1978, vendette oltre dieci milioni di copie.

Dopo fu la volta di Triplo (1979), Il codice Rebecca (1980), L’uomo di San Pietroburgo (1982), Un letto di leoni (1986), I pilastri della terra (1989), fino ad arrivare ai più recenti Le gazze ladre (2001) e Il volo del calabrone (2003), tutti bestsellers.

Annunci

2 pensieri su “Stile British: Ken Follett

  1. Pingback: Ecco chi sono i Paperoni della penna 2016 | Luca Cozzi

  2. Pingback: Il coraggio di promuovere la cultura | Luca Cozzi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...