Leggere e rileggere

Quando siete arrivati a scrivere la parola ‘fine’ al vostro racconto avete sicuramente raggiunto un bel traguardo. Avete tutte le ragioni per essere orgogliosi di voi stessi, poiché, senza dubbio, il lavoro sarà stato lungo e faticoso.

Il primo passo da compiere, adesso, è rileggere il proprio lavoro, dall’inizio alla fine, perché, anche se vi sembrerà di conoscerlo a memoria, troverete varie opportunità per migliorarlo, renderlo più fluido alla lettura, correggere errori di ortografia e sintassi. Questo lavoro dovete farlo prima di dare il manoscritto in lettura ad amici e conoscenti: se sottoporrete all’esame di terzi un manoscritto il più possibile pulito e corretto, avrete modo di avere pareri e recensioni non condizionate da un pessimo, per non dire inesistente, lavoro di editing.

Se è vero che la fretta è una cattiva consigliera, ciò vale ancor di più per lo scrittore. È comprensibile che, dopo mesi o anni passati a scrivere, a mettere su carta le trame che avevate in testa, la voglia di far leggere il vostro lavoro, di ricevere recensioni e di vedere pubblicato il frutto di tanta fatica sia fortissima, ma dovete armarvi di pazienza e seguire alcune tappe obbligate.

Cercheremo, magari con l’aiuto di chi le ha già affrontate ed è arrivato a coronare il sogno di pubblicare il proprio libro (e che invito a intervenire condividendo la propria esperienza), di esaminarle insieme in questo blog.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...